No, non sta andando tutto bene

No, non sta andando tutto bene

29 ottobre

Il momento è serio e soffiare sul fuoco non serve. Però dobbiamo anche dirci le cose come stanno: non sta andando tutto bene”. Lo ha detto il Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti in un video pubblicato sulla pagina Facebook del Sindacato.

“La seconda ondata – ha continuato Pedretti - ha trovato il nostro paese incredibilmente impreparato e ci sta colpendo duramente.
Aumentano i contagi, si riempiono nuovamente le terapie intensive, tornano a morire gli anziani nelle Rsa. Oggi non ci si ammala solo di Covid. Ci sono anche altre malattie. Si rimandano le visite, le analisi, gli interventi. È un grosso problema.

Non mi interessa dare la colpa a questo o a quello. Però il Governo può e deve fare di più. Le Regioni possono e devono fare di più. Mancano le risorse, quelle che ci sono non sono state spese, quelle che servono non vengono prese, come il Mes.

Gli anziani stanno pagando un conto altissimo. Sono tornati a dire che tanto muoiono solo i vecchi, come se fosse una liberazione. Sono tornati a dire che siamo un peso per i giovani, alimentando un inutile e stupido conflitto tra generazioni.

“Noi – ha concluso il Segretario generale dello Spi-Cgil - non possiamo restare a guardare. Siamo abituati a fare grandi manifestazioni. Stavolta è più difficile. Vorrà dire che ci metteremo più fantasia, più ingegno, ancora più impegno. Ci mobiliteremo, come potremo, in tutta Italia. Non rinunciamo a far sentire la nostra voce. La grideremo”.

DIPARTIMENTO
organizzazione

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

L’Inps aveva ipotizzato che ad accedere alla pensione di cittadinanza sarebbero state 250 mila famiglie, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio ne aveva annunciate 500 mila: non sarà così, saranno molte meno. I paletti per accedere all’integrazione sono molto più rigidi di quelli propagandati e sostan…
→ Continua la lettura

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

Ciao Tina, staffetta partigiana

Ci ha lasciati oggi Tina Costa. Classe 1925 e antifascista fin dalla nascita. Coraggiosa staffetta partigiana ha rischiato la propria vita per consegnare borse, aiuti e viveri ai combattenti della Linea Gotica. Tina ha portato avanti con straordinario impegno la sua militanza politica e…
→ Continua la lettura

Ciao Tina, staffetta partigiana