Non si può riformare il sistema sociosanitario senza coinvolgere i Sindacati

Non si può riformare il sistema sociosanitario senza coinvolgere i Sindacati

21 settembre

Abbiamo molto apprezzato l’operato del Ministro Speranza in questi mesi. Si è trovato ad affrontare una sfida enorme e lo ha fatto con serietà e competenza. È importante che ora pensi a come riformare il sistema sociosanitario e quello delle Rsa, visto tutto quello che è successo. A lui però chiediamo di coinvolgere anche le organizzazioni sindacali che rappresentano milioni di persone anziane e migliaia di uomini e di donne che vivono in quelle strutture”.
Lo ha scritto il Segretario generale dello Spi-Cgil Ivan Pedretti sul suo profilo Facebook rivolgendosi direttamente al Ministro della Salute a seguito dell’annuncio dell’istituzione di una commissione di personalità per progettare la riforma dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria per la popolazione anziana nel nostro paese.

“Glielo dico qui e ora – continua Pedretti – ma avrò modo di dirglielo personalmente anche il 28 settembre quando si aprirà finalmente il primo tavolo di confronto per la costruzione di quella legge nazionale sulla non autosufficienza che invochiamo da tempo e per la quale ci attendiamo delle risposte”.

Quello del 28 è un tavolo largamente atteso dai Sindacati dei pensionati che hanno fatto della non autosufficienza degli anziani la loro priorità e che vedrà la partecipazione anche del Ministero del Lavoro.

DIPARTIMENTO
socio sanitario

Al via mobilitazione dei pensionati, il 1 giugno manifestazione a Roma

Tre grandi assemblee per il prossimo 9 maggio a Padova, Roma e Napoli e una manifestazione nazionale il 1° giugno in piazza San Giovanni a Roma. I Sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil annunciano l'avvio della mobilitazione dei pensionati per protestare contro la totale mancanza di attenzione nei …
→ Continua la lettura

Al via mobilitazione dei pensionati, il 1 giugno manifestazione a Roma

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

L’Inps aveva ipotizzato che ad accedere alla pensione di cittadinanza sarebbero state 250 mila famiglie, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio ne aveva annunciate 500 mila: non sarà così, saranno molte meno. I paletti per accedere all’integrazione sono molto più rigidi di quelli propagandati e sostan…
→ Continua la lettura

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi