Tutte le volte che i pensionati sono scesi in piazza (e che magari non ti ricordi)

Tutte le volte che i pensionati sono scesi in piazza (e che magari non ti ricordi)

30 luglio

Il leitmotiv è sempre lo stesso: non fate nulla per i pensionati e non scendete mai in piazza per difenderli.
Lo dicono, spesso, tutti quelli che hanno deciso di non fare parte del Sindacato ma che lo criticano accusandolo per una presunta mancanza d’iniziative e di mobilitazioni. Iniziative e mobilitazioni che invece in questi anni ci sono state eccome portando anche a dei risultati importanti.
Qui di seguito le ripercorriamo tutte, a scanso di equivoci e perché torna sempre comodo.

Riportiamo quindi le lancette dell’orologio alla mattina del 19 maggio 2016 alla manifestazione “A testa alta” dei Sindacati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil in piazza del Popolo a Roma. Al governo c’era Matteo Renzi, che aveva dato gli 80 euro ai lavoratori ma non ai pensionati. La manifestazione servì a riaprire un confronto con i Sindacati che era stato a lungo negato. Da quel confronto uscì fuori l’accordo del 28 settembre 2016 - il primo dopo anni – che portò tra le altre cose alla definizione dell’Ape sociale, a misure per i lavoratori precoci e usuranti, all’allargamento e al rafforzamento della 14esima per i pensionati.

Arriviamo poi alla imponente manifestazione “Dateci retta”, che si è tenuta il 1° giugno 2019 in una piazza San Giovanni che da lungo tempo non era stata più sfidata. Al governo c’era l’alleanza giallo-verde e un Giuseppe Conte che aveva insultato i pensionati definendoli “gli avari di Moliere” perché avevano osato protestare per il taglio delle loro pensioni.

È il 16 novembre di quello stesso anno quando i Sindacati dei pensionati decidono di alzare ulteriormente l’asticella andando ad occupare un altro luogo inviolato e inviolabile come il Circo Massimo in occasione della manifestazione “Invisibili no!”.
Anche in questo caso la mobilitazione porta alla riapertura di un confronto con il governo sulle pensioni, bruscamente interrotto dalla pandemia e riaperto nei giorni scorsi dopo i mesi del lockdown.

Prossimo appuntamento in autunno con una manifestazione nazionale che si terrà sempre a Roma e che è stata appena annunciata da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp.

DIPARTIMENTO
organizzazione

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

L’Inps aveva ipotizzato che ad accedere alla pensione di cittadinanza sarebbero state 250 mila famiglie, il Ministro del lavoro Luigi Di Maio ne aveva annunciate 500 mila: non sarà così, saranno molte meno. I paletti per accedere all’integrazione sono molto più rigidi di quelli propagandati e sostan…
→ Continua la lettura

Pensione di cittadinanza: ecco perché la riceveranno in pochi

Ciao Tina, staffetta partigiana

Ci ha lasciati oggi Tina Costa. Classe 1925 e antifascista fin dalla nascita. Coraggiosa staffetta partigiana ha rischiato la propria vita per consegnare borse, aiuti e viveri ai combattenti della Linea Gotica. Tina ha portato avanti con straordinario impegno la sua militanza politica e…
→ Continua la lettura

Ciao Tina, staffetta partigiana